Informazioni
e curiosità
Cerca Elenco
completo
Suggerisci Links
  Italia
 Milano  Meridiane  Edicole
ricerca rapida



0
  Scheda  
Nome e Cognome Flavio Belisario
499 - 565
Dove si trova via Poli (S.Maria in Trivio) - Roma, RM
Categoria armi
Segnalato da Sandro Vallocchia
Per saperne di più ...
wikipedia Cerca Flavio Belisario su Wikipedia
Generale dell'imperatore Giustiniano, riuscì a sconfiggere i Vandali nell'Africa settentrionale (534) e gli Ostrogoti in Italia (540), recuperando la penisola (ma solo per meno di un decennio) al dominio dell'Impero d'Oriente.

L'epigrafe ricorda la costruzione dell'antica chiesa (anno 538: molto prima di quella attuale barocca) ad opera del generale Belisario, al termine della Guerra Greco-Gotica, per l'espiazione di una colpa; forse la colpa era di aver esiliato da Roma papa Silverio e aver messo sul trono di Pietro un raccomandato dell'imperatrice Teodora.
Il testo mostra una certa frequenza di rime interne: patricius-amicus; veniam-ecclesiam; pedem-aedem; eum-deum (qui scritto abbreviato "dm"): sembrano dunque versi leonini, così chiamati forse da un poeta del XII sec., Leonio da S.Vittore, che tuttavia non ne fu l'inventore: infatti in questo caso l'epigrafe dovrebbe essere posteriore a quel secolo; ma sarebbe improbabile la richiesta di una preghiera per Belisario al passante del basso Medioevo, che sicuramente ignorava l'esistenza di quel generale bizantino.
Per una lettura migliore clicca sul thumbnail.
 
     
 
 
(Testo)

+ HANC VIR PATRICIUS VILISARIUS URBIS AMICUS OB CULPE VENIÂ CONDIDIT ECCLE
SIAM HANC HICCIRCO PEDEM SACRAM QUI PONIS IN EDEM UT MISERETUR EUM
SEPE PRECARE DM = IANUA HEC EST TEMPLI DÑO DEFENSA POTENTI =


foto Vallocchia
 
 
     
 
Home Banner Torna indietro