Informazioni
e curiosità
Cerca Elenco
completo
Suggerisci Links
  Italia
 Milano  Meridiane  Edicole
ricerca rapida



0
  Scheda  
Nome e Cognome Resistenza nel Bellunese 1943 - 1945
Dove si trova piazza Belluno - Bologna, BO
Categoria patria e libertÓ
Segnalato da Franco Benfenati
Per saperne di più ...
 
     
 
 
(Testo)

(fronte)

MEDAGLIA D'ORO
ALLA CITTA' DI BELLUNO

MOTIVAZIONE
DUE VOLTE INVASA NEL CORSO DI VENTICINQUE
ANNI DUE VOLTE LA SUA NOBILE ED INTREPIDA
GENTE SI ERGEVA DECISA, LE ARMI IN PUGNO, A
COMBATTERE L'ODIATO TEDESCO SUBITO DOPO
L'ARMISTIZIO DEL SETTEMBRE 1943. I SUOI FIGLI
SI ORGANIZZAVANO IN FORMAZIONI PARTIGIANE
E GLI 86 IMPICCATI, I 227 FUCILATI, I 7 ARSI VIVI,
GLI 11 MORTI PER SEVIZIE, I 564 CADUTI IN COM-
BATTIMENTO, ASSIEME AI 301 FERITI, AI 1667 DE-
PORTATI ED AI 7000 INTERNATI COSTITUISCONO IL
TRIBUTO DI SANGUE E DI EROISMO DATO ALLA
LOTTA DI LIBERAZIONE. NEI GIORNI DELL'INSURRE-
ZIONE I SUOI VOLONTARI DELLA LIBERTA' SI OP-
PONEVANO ARDITAMENTE, SENZA MISURARARE IL NU-
MERO DEL NEMICO ED IL SUO ARMAMENTO AL
X CORPO D'ARMATA CORAZZATO TEDESCO, FOR-
TE DI TRE DIVISIONI, ATTESTATO AL PONTE DEL-
LE ALPI GLI PRECLUDEVANO OGNI VIA DI SCAMPO
E LO ATTACCAVANO DI CONCERTO CON LE SO-
PRAGGIUNTE FORZE ALLEATE, OTTENENDONE LA
RESA A DISCREZIONE. DALLE RIVE SACRE DEL PIA-
VE, ARROSSATO ANCORA UNA VOLTA DALL'ITALO
SANGUE, I SUOI PARTIGIANI, CHE PER PRIMI EBBE-
RO IL PRIVILEGIO D'IMBRACCIARE LE ARMI CON-
TRO L'INVASORE, MARCIANO OGGI ALLA TESTA
DELLE FORMAZIONI DEI MARTIRI E DEGLI EROI DI
TUTTE LE LOTTE PER L'ITALIA UNA E LIBERA E CI
ADDITANO LA VIA DEL DOVERE E DEL SACRIFICIO
SETTEMBRE 1943 - APRILE 1945
IL COMUNE DI BOLOGNA
25 APRILE 1966


(retro)
IN TRE PROVINCE ITALIANE CEDUTE
DALLA REPUBBLICA DI SALO' ALLA GERMANIA NAZISTA
SULLE VETTE FELTRINE E NEL BOSCO DEL CANSIGLIO
TRA GLI ABETI DELLA VALLE DEL BIOIS
LUNGO LE RIVE DEL VAJONT DEL PIAVE E DEL CISMON
PER MISSIONE PARTIGIANA E PATRIOTTICA
DICIASSETTE GIOVANI BOLOGNESI E TRE RAVENNATI
ISPIRATI DA IDEALI DI LIBERTA'
E DI GIUSTIZIA SOCIALE
NELLE DIVISIONI GARIBALDINE
BELLUNO E "NANNETTI"
SOSTENENDO CON LE GENEROSE GENTI MONTANARE
CON LA MIGLIORE GIOVENTU' VENETA
ED ALTRI CENTO EMILIANI
I SACRIFICI E L'ASPRO COMBATTIMENTO
DELLA GUERRA LIBERATRICE
CADDERO SENZA VEDERE NELL'APRILE 1945
I SOLDATI DI TRE DIVISIONI WEHRMACHT
INCALZATI DAGLI ALLEATI
DAL CORPO DI LIBERAZIONE
E DALL'INSURREZIONE POPOLARE DEL VENETO
ARRENDERSI IN QUELLE VALLI AI PARTIGIANI
ALLA MEMORIA DI
ESTERINO BEDESCHI -RA-
RENATO BENASSI
FLORIANO BERENGARI
AMLETO BORDONI
ENIO BORDONI
LIBERO BERGONZONI
FERNANDO CALAMELLI -RA-
RENATO CAPELLI
CESARE CARAMALLI
INNOCENZO FERGNANI
ANTONINO GHINI
BRUNO GUERRI
ALDINO MARCHESI
ENRICO MORSELLI
LUCIANO NICOLETTI
MARIO PASI -RA- M.d.O.
GIULIO PEDRETTI
FRANCO SABATUCCI M.d.O.
MARCELLO SERANTONI
FLAVIO TAMPIERI
 IL COMUNE DI BOLOGNA
25 APRILE 1966


foto Benfenati
 
 
     
 
Home Banner Torna indietro